Misura del consumo di carburante estremamente accurata grazie alla compensazione della temperatura.
Una differenza di temperatura di 60°C tra il flusso di carburante in ingresso più freddo ed il flusso di ritorno caldo non è rara. Con l’aumentare della temperatura, il carburante si espande sempre più e, di conseguenza, il suo volume cambia. Se questo effetto non viene compensato, il valore misurato non è corretto.
La mancanza di compensazione ha un impatto significativo sull’accuratezza della misura e non deve essere trascurata.

Misura del consumo di carburante con computer a flusso differenziale modello ZFC insieme con compensazione di temperatura
(che misura la temperatura nelle linee di flusso in entrata e in ritorno). In questo caso ci si assicura che i volumi in entrata ed in ritorno siano misurati con riferimento alla stessa temperatura e quindi rimangano comparabili.